vai al contenuto principale

Che cosa è la psichiatria:

E’ la branca della medicina che si occupa della diagnosi, della cura e della riabilitazione dei disturbi psichici, sia quelli di origine strettamente psicologica, sia quelli dovuti a malattie di carattere organico: M. di Parkinson, esiti di Ictus cerebrale, Diabete, Sclerosi Multipla e altre malattie da causa autoimmune (Artrite Reumatoide, Lupus, Vasculiti generalizzate), ecc..

Per quanto detto, non di rado lo psichiatra deve richiedere il parere e la collaborazione di altri medici specialisti (più spesso il cardiologo, l’endocrinologo, il neurologo).

A differenza dello psicologo, lo specialista in psichiatria si occupa del disagio psichico con due modalità differenti, che possono talvolta essere associate:

  1. dal punto di vista farmacologico – ciò richiede un costante monitoraggio sia dell’efficacia dei farmaci prescritti, sia degli effetti collaterali (inclusi quelli da sovradosaggio), che spesso determinano l’uso inappropriato dei farmaci da parte del paziente.
  2. con la psicoterapia, se lo specialista ha completato la sua formazione come psicologo clinico.

Tipologia delle prestazioni specialistiche

  • consulenza specialistica / psicoterapia disturbi psichici dell’età adulta
  • consulenza specialistica e psicoterapia disturbi psichici conseguenti a malattie e condizioni mediche generali: Sclerosi Multipla; Malattia di Parkinson; complicanze del Diabete; Ictus Cerebrale; ecc.

Molte malattie croniche o gli esiti di alcune si accompagnano a forme di disabilità motorie. Precocemente o nel tempo appare evidente anche un disagio psichico di gravità variabile, che richiede la necessità di un intervento farmacologico e/o di psicoterapia.

  • consulenza specialistica e psicoterapia disturbi psichici associati ad abuso e dipendenza da sostanze (Doppia Diagnosi).
  • consulenza specialistica in pazienti con Ritardo Mentale che, in età adulta, sviluppano disturbi psichici e/o del comportamento.
  • valutazione psichiatrica in ambito medico-legale.
  • Attività di ri-apprendimento esperenziale della consapevolezza corporea (sedute individuali o di gruppo):

Non è una psicoterapia, perciò non si affrontano tematiche e vissuti personali. Per partecipare a tale pratica è necessaria una valutazione (gratuita) dell’idoneità da parte dello specialista. In tal modo la persona interessata potrà verificare il suo interesse attraverso un’esperienza diretta della pratica.

E’ indispensabile la curiosità per nuove esperienze che conducano ad una maggiore conoscenza del rapporto tra la mente ed il corpo, così come il desiderio e/o bisogno di attenuare le tensioni corporee dovute allo stress. Dal 2012 è attivo un gruppo costituito da persone affette da Sclerosi Multipla, Morbo di Parkinson, Neuro-patìe Periferiche, esiti di Ictus Cerebrale ed altre malattie inva-lidanti dal punto di vista motorio.

In tali casi l’obiettivo principale è l’attenuazione del distanziamento dal proprio corpo, vissuto come nemico della mente, colpevole di averla “tradita” ammalandosi.

Tale distanziamento può deter-minare l’accentuazione di alcuni sintomi di tali malattie, così come ulteriori disturbi somatici di origine emotiva-psichica.

Dal 2015 ha esteso tale attività a persone fondamentalmente sane, che sentono il bisogno di accre-scere la conoscenza di sé ed apprendere una modalità di rapportarsi al proprio corpo senza che divenga il recipiente/contenitore delle tensioni psichiche quotidiane, conseguenti all’ormai frequente stile di vita stressante.

Torna su