vai al contenuto principale

studioodontoiatricoIl Dott. Simone Perrotti, Odontoiatra e Protesista dentale, Laureato presso l’Università degli studi di Cagliari, si occupa della cura e della prevenzione delle malattie del cavo orale, nonché della riabilitazione protesica con le migliori tecniche innovative presenti in campo medico odontoiatrico.

Come direttore sanitario il Dott. Perrotti si occupa delle branche della Conservativa Restaurativa e dell’ Endodonzia, della Pedodonzia, della Chirurgia Odontoiatrica ed Implantologia, della Parodontologia e Protesi Dentarie.

La conservativa e l’endodonzia sono due discipline odontoiatriche complementari che hanno come ruolo la cura di una delle principali malattie del cavo orale, ossia la carie.

Il termine Conservativa indica l’obbiettivo principale della cura delle carie , cioè di conservare i denti che altrimenti verrebbero distrutti.  La conservativa è una branca dell’odontoiatria restaurativa che si occupa della cura e delle procedure da mettere in atto per l’eliminazione della carie e di quelle relative alla chiusura delle cavità risultanti dall’eliminazione dei tessuti dentali cariati (smalto e dentina), tramite l’utilizzo di appositi materiali.

Con il termine Endodonzia si intende quella branca dell’odontoiatria che si occupa della terapia dell’endodonto, ovvero lo spazio all’interno del dente che contiene la polpa dentaria , costituita da vasi sanguigni e nervi. Quando questi tessuti o i tessuti che circondano la radice dentale si ammalano o vengono danneggiati a causa di carie o traumi, il trattamento endodontico (in gergo detto anche “devitalizzazione”) permette di salvare il dente e di far passare lo stato di infiammazione conseguente della polpa dentaria detto pulpite( il classico mal di denti).

È possibile inoltre ricorrere a questa metodica qualora il dente debba essere coinvolto in riabilitazioni protesiche che, a causa della notevole riduzione di tessuto dentale stesso, determinerebbero con alta probabilità un’alterazione irreversibile della polpa con conseguente pulpite (“mal di denti”).

La Parodontologia è quella disciplina medica odontoiatrica che si occupa dello studio e della cura dei tessuti di sostegno del dente ovvero:  gengiva, legamento parodontale, cemento dentale e osso alveolare.

Spesso le gengive si possono infiammare e manifestare rossore e gonfiore all’interno di un quadro clinico tipico di Gengivite che se curata può regredire oppure può evolvere in malattia parodontale (definita spesso in gergo anche “piorrea”). La malattia parodontale è una malattia cronico-degenerativa dei tessuti di sostegno del dente che se non curata e presa per tempo può portare alla perdita dei denti e ridurre il paziente ad uno stato di edentulia (mancanza di denti in arcata) parziale o totale, spesso invalidante.

La Chirurgia Odontoiatrica è la discplina che si occupa di interventi ambulatoriali per l’estrazione di denti erotti, residui radicolari, denti inclusi o semi-inclusi nelle ossa mascellari; di apicectomie, ovvero asportazioni dell’apice della radice di denti coinvolti in processi infiammatori cronici (in gergo granulomi); di asportazione di cisti e tumori del cavo orale; di chirurgia pre-protesica come i rialzi di seno, cioè elevazioni del pavimento del seno mascellare mediante innesti di osso e biomateriali o la chirurgia ricostruttiva ossea.

L’Implantologia è quella branca dell’ Odontoiatria che si occupa dell’insieme di tecniche chirurgiche atte all’inserimento di impianti. Gli impianti dentali rappresentano la soluzione migliore per la maggior parte delle persone che hanno perso uno o più denti, offrendo una soluzione completa e gradevole per migliorare il proprio sorriso. Si tratta dispositivi inseriti chirurgicamente nell’osso mandibolare o mascellare, sotto la gengiva, atti a loro volta a permettere la connessione di protesi, fisse o mobili, per la restituzione della funzione masticatoria. Tali impianti possono essere di diverse forme, inseriti in diverse sedi con tecniche differenti e poi connessi alle protesi con diverse tempistiche.

Attualmente gli impianti sono quasi tutti realizzati in titanio.

La Pedodonzia è quella branca dell’ Odontoiatria che si occupa della cura e della prevenzione della salute orale dei bambini. Obiettivo della pedodonzia è quello di  consentire al bambino di giungere fino all’età adulta senza problemi di carattere dentale e scheletrico dei mascellari, intercettandoli quando presenti e sottoponendoli alle dovute cure. Inoltre la pedodonzia risulta essere di fondamentale importanza nell’ambito della traumatologia dentale cui i bambini spesso sono più soggetti per ovvi motivi correlati all’ età.

La Protesi Dentaria è quella disciplina odontoiatrica che ha il compito di riabilitare le funzioni orali dei pazienti affetti da edentulia (mancanza di denti) parziale o totale, mediante la sostituzione dei denti naturali con elementi dentari artificiali.

Alcuni tipi di interventi protesici possono essere utilizzati per correggere anomalie estetiche di forma, colore o posizione dei denti naturali.

Si possono distinguere diverse tipologie di protesi dentali:

  • protesi fissa: la protesi fissa sostituisce gli elementi dentari naturali con manufatti definitivi e stabili.
  • protesi mobile: la protesi mobile è volta a sostituire una parte o l’intera arcata dentaria e può essere rimossa dal paziente allo scopo di eseguire le ordinarie manovre di igiene quotidiana.
Torna su